ottobre 18, 2017

Scrivere schede prodotto efficaci e persuasive: ecco un esempio pratico!

In rete ci sono fior fior di copywriter che spiegano ad utenti enormemente interessati come redigere delle schede prodotto di alta qualità e soprattutto persuasive, in modo da poter aumentare di conseguenza le conversioni del loro e-commerce. In un negozio online, infatti, la scheda prodotto assume il ruolo che, nel mondo reale, è quello del commesso, oppure dell’addetto alla vendita. Quel breve testo spiega quindi nel dettaglio le caratteristiche di una determinata merce, ne presenta i punti di forza e invita l’utente a testarne la qualità in prima persona. Una buona scheda prodotto, poi, dovrebbe fare perfino di più, colmando almeno in parte quel gap che, checché se ne dica, esisterà sempre e comunque tra un negozio fisico ed un e-commerce. I prodotti in vendita online, infatti, non si possono né toccare né annusare – la rete, ahimè, non ha odori – ma attraverso una descrizione appassionata è comunque possibile rendere all’utente un’esperienza piena e soddisfacente, così da portarlo più vicino all’acquisto.

schede prodotto

Questo preambolo per dire sì, in rete ci sono tantissimi post dedicati ai testi copy delle schede prodotto, ma in pochi casi si offrono agli utenti interessati degli esempi davvero concreti da prendere come esempio. Per questo, oggi, ti voglio presentare il lavoro che ho fatto negli ultimi mesi per Collis.it, un portale che si occupa di gadget aziendali, di regali personalizzati e di articoli promozionali.

Scrivere schede prodotto: l’esempio dei gadget aziendali personalizzati

Guardati intorno: sono sicuro che sulla tua scrivania c’è almeno una penna personalizzata. I gadget aziendali vanno infatti forte, fortissimo, e i nostri stessi uffici e le nostre case ne sono la conferma. Matite, calendari, tazze, zaini, magliette, shopper, portachiavi, e chi più ne ha, più ne metta, siamo circondati da articoli promozionali che, con la loro fisicità, ci ricordano di determinati brand. In rete, però, esistono diversi portali che si occupano della vendita di regali personalizzati, la concorrenza è piuttosto marcata, e talvolta non basta l’alta qualità dei prodotti per essere sicuri di svettare in ogni caso sopra tutti gli altri: per questo Piercarlo, il solerte gestore di Collis.it, mi ha contattato per la realizzazione delle schede prodotto per i suoi gadget aziendali, nonché per la stesura di alcune idee e consigli per capire come i gadget, se personalizzati, aiutano ad aumentare la visibilità pubblicitaria delle aziende.

Copywriting persuasivo ed emozionale

Non sto del resto parlando di un progetto neonato: già prima della mia entrata in scena, il portale in questione era ricco di schede prodotto simpaticamente descrittive che evidenziavano con spigliatezza le peculiarità dei vari articoli promozionali. Insomma, quello che mi sono ritrovato davanti era un e-commerce già avviato e sulla strada giusta, ben lontano da quei portali che presentano i propri prodotti limitandosi ai freddi e sterili dettagli tecnici. Cosa mi veniva chiesto di fare, dunque? Facile a dirsi: Piercarlo desiderava delle schede che andassero oltre la mera descrizione, mirando ad un copy persuasivo ed emozionale, in grado dare all’utente l’impressione di avere già tra le mani il proprio gadget aziendale.

Perché affidarsi alle tecniche di SEO copywriting per migliorare un e-commerce?

Prima che tu decida di procedere o meno con la lettura di questo post, lascia che ti dia un incentivo per arrivare fino in fondo: grazie al mio servizio di SEO copywriting il sito in questione ha guadagnato preziose posizioni sui motori di ricerca, raddoppiando le visite su cruciali keyword da migliaia di ricerche mensili.

Ecco, adesso che mi sono suonato questa sviolinata, posso ritornare alla mia consueta umiltà. A te interessa come ho gestito la realizzazione di schede prodotto persuasive per l’e-commerce di gadget aziendali personalizzati, ed è proprio questo che andrò a fare nei prossimi paragrafi.

Ad ogni articolo promozionale la sua scheda prodotto

Prima di tutto, va sottolineato che differenti prodotti si prestano a diversi stili di presentazione: un gadget aziendale simpatico potrà essere esaltato da una descrizione divertita e leggera, mentre un regalo promozionale elegante richiederà un’esposizione più seria e formale. Laddove possibile, ho dunque cercato di partire con dei titoli curiosi e intriganti, in grado di richiamare l’attenzione dell’utente. Per la vendita di un igienizzante per mani ho per esempio richiamato un fatto scolpito nella memoria collettiva, intitolando la scheda prodotto ‘Operazione… Mani Pulite‘, mentre per una pallina antistress personalizzata ho preferito strizzare l’occhio a quei potenziali clienti che sanno fin troppo bene quanto lo stress possa ostacolare il loro lavoro, titolando la scheda prodotto con la frase ‘Molto meglio che dare pugni al muro‘. Non tutte le parti di una scheda prodotto, dunque, devono essere puramente descrittive: la frase giusta nel posto giusto può e deve mirare ad altro, diventando il vero motivo per il quale un utente decide di fermare la propria navigazione su quella pagina e dare un chance ad un determinato prodotto.

Spiegare a parole l’utilità di un regalo personalizzato

Ma non basta attirare l’attenzione dell’utente, no: ancora prima di descrivere il prodotto in vendita, è necessario dimostrare come e perché quel particolare gadget promozionale può essere davvero utile. Perché un’azienda dovrebbe voler acquistare un Kit di bottigliette personalizzate da portare in aereo?

schede prodotto

In una manciata di parole è stata descritta l’essenza del prodotto e soprattutto la sua ragion d’essere, così che l’utente sia portato a proseguire nella lettura della scheda prodotto per raccogliere altri dettagli sul quel preciso articolo promozionale, il quale ha già iniziato a stuzzicare la sua fantasia:

schede prodotto

Anche una semplice scheda prodotto può costituire una piccola narrazione: lontana dall’essere una pura esposizione delle features, può anzi puntare a descrivere le caratteristiche peculiari di un prodotto associandole immediatamente al loro utilizzo pratico, così da sottolinearne l’importanza. A chiudere il tutto, il testo dovrebbe terminare con una call to action esplicita ma non gratuita, preferibilmente giustificata dall’aggiunta di un’ulteriore informazione per l’utente (quell’articolo personalizzato può essere utilizzato moltissime volte). Un titolo intrigante, la descrizione del prodotto, la narrazione dei vantaggi, le ipotesi di utilizzo e infine una call to action che porti l’utente all’acquisto: ecco come deve essere costruita una scheda prodotto davvero completa.

L’ottimizzazione SEO delle schede prodotto

Ma ehi, non sto forse dimenticando qualcosa? Suvvia, lo so io e lo sai anche tu: un e-commerce non deve mirare unicamente a soddisfare i propri utenti. Per arrivare sotto il loro sguardo, infatti, deve pensare anche alle esigenze dei motori di ricerca, e quindi all’ottimizzazione SEO. Per questo una scheda prodotto deve essere farcita delle giuste keyword, posizionate in modo opportuno nelle varie parti del testo, senza però esagerare: il potenziale cliente non deve avere l’impressione di ritrovarsi davanti ad un testo pensato solo ed esclusivamente per Google! Guarda l’esempio che realizzato per la penna touchscreen!

schede prodotto

Conclusione

Ecco qui: sull’onda degli esempi che ti ho proposto, ora puoi iniziare a realizzare le tue schede prodotto con lo spirito giusto, mirando ad intrigare i potenziali clienti e a fornire loro tutte le informazioni utili per il loro acquisto, senza dimenticare di dedicare la giusta attenzione all’ottimizzazione SEO dei tuoi testi.